Spunti di creatività applicata al territorio

Elena Piazzini

Elena Piazzini

Alla Gigliola bisogna fare i conti con un passato ingombrante e bello, perché proprio qui ha vissuto la famiglia Milani e, in mezzo a un ambiente denso di arte e letteratura, è cresciuto Lorenzo, prima di diventare Don Milani.

Oggi ad accoglierci c’è Elena Piazzini, una dei figli della famiglia Piazzini, cioè gli attuali proprietari di questa storica tenuta a cinque minuti da Montespertoli, che si estende su circa 300 ettari e produce vino, olio, distillati e passiti. Elena è la mente e il braccio delle veglie della Gigliola, se n’è occupata sin dal primo anno e continua a dedicarcisi con passione. 

Le veglie hanno innescato in me degli interessi che prima erano sopiti e sono diventate anche uno spazio di espressione, di creatività. Ogni anno immaginiamo un menù con ricette contadine rivisitate da un tocco contemporaneo, ad esempio qualche anno fa abbiamo fatto dei pomodori verdi in pastella, leggermente fritti, e poi spruzzati con succo di uva Trebbiano, mi ricordo che fecero molto successo. Oppure la pasta fresca fatta a mano. Sono preparazioni lente, curate nel dettaglio con prodotti di stagione e legati al territorio.

La pasta di grani antichi di OfficinAromatica, prodotta da Elena Piazzini.

La pasta di grani antichi di OfficinAromatica, prodotta da Elena Piazzini.

E poi ci sono attività per bambini, concerti, spettacoli, e un gruppo di amici che ogni anno viene ad aiutare a gestire le serate e crea un'atmosfera familiare, un’energia positiva. Elena lo dice chiaramente, facendo sobbalzare la sua massa luminosa di capelli rossi, che le Veglie per lei sono un vero divertimento, che l’hanno aiutata a vedere questo luogo, dove è cresciuta, con una nuova luce.

E quando le veglie finiscono, torna a occuparsi della sua OfficinAromatica, con cui produce pasta da grani antichi e oli essenziali. Per la pasta produce, sui terreni della Gigliola, varietà antiche di grano, farro e segale e aderisce anche lei al progetto Grani antichi di Montespertoli. Per gli oli ha organizzato un micro laboratorio sotto casa, dove distilla lavanda, salvia, elicriso, timo, ma anche erbe spontanee come finocchio selvatico, eucalipto, cipresso. 

Alla Gigliola il caminetto sull'aia scoppietta già, presto arriveranno canti e balli. Oltre che, sarebbe bello, ogni anno almeno una persona che, come Elena, scopre la sua passione grazie a questo territorio. 

 

La Fattoria la Gigliola ospita le veglie dal 2 all’8 Agosto e il programma della settimana si consulta qui