IL PROGETTO

Siamo ormai alla settima edizione delle "Veglie" e lo spirito non è cambiato dalla prima volta.

 
 

Ora come allora il progetto "A veglia sulle aie" nasce dalla volontà del Comune di Montespertoli di valorizzare le aziende agricole, che sono uno dei capisaldi di questo territorio e ancora oggi possono essere dei propulsori di cultura e socialità.

I poderi e le fattorie sono sempre stati lo scenario delle veglie sulle aie, un rituale antico della terra toscana, che oggi è di nuovo al centro dell'estate montespertolese.

Grazie alle "veglie", da Giugno a Settembre, a Montespertoli ogni giorno c'è un'azienda agricola aperta al pubblico. In molte di queste si mangia il pane di Montespertoli, un pane fatto con cereali antichi, grazie a un progetto nato proprio su queste colline.

Il progetto delle "veglie" si attiene ad alcuni principi di base.
Il rispetto di un disciplinare di qualità, per cui tutto il cibo offerto durante gli eventi deve essere locale e prodotto nel rispetto dell'ambiente. L'accessibilità, per questo durante gli eventi un bicchiere di vino, per quanto eccellente, non costerà più di 5 €. E che le aziende che partecipano devono essere produttive, non solo strutture di accoglienza turistica. 

Allora ci si vede sull'aia.

 

le aziende AGRICOLE CHE PARTECIPANO alLe veglie sulle aie devono sottoscrivere un disciplinare.

 
tavoli.jpg
colle lucardo.jpg